Sala di Lettura Generale

La Sala di lettura generale della Biblioteca data nella sua struttura attuale dal 1990, anno in cui è stata riaperta al pubblico dopo un accurato restauro, volto a ripristinare gli originali arredi che l’alluvione del 1966 aveva completamente distrutto.
Quando nell’ottobre del 1935 venne inaugurata la nuova sede della Biblioteca, come racconta il direttore Domenico Fava nella relazione presentata al Ministro dell’Educazione Nazionale, “occorreva che la Nazionale si ponesse finalmente per la via delle riforme e riconquistasse il posto che le competeva per riguardo alla sua missione e alla sua importanza”.
Nelle vecchie sedi esisteva infatti ”una sala di consultazione incomoda, angusta e senza luce, con raccolte limitate e sovente incomplete”.
Nel nuovo edificio venne individuata per la lettura comune, la grande sala al piano terreno situata vicino alla Sala dei cataloghi per poter effettuare comodamente le ricerche sugli strumenti bibliografici. Racconta sempre Domenico Fava che ”nell’intento di favorire largamente l’uso pubblico della Biblioteca e di concedere ogni facilitazione a chi la frequenta” alle pareti della sala vennero raccolte “sistematicamente ordinate, una serie di opere di consultazione, utili per ogni materia, alle quali tutti potessero ricorrere per i propri studi senza necessità di richieste”
Si trovavano inoltre in Sala di lettura un notevole numero di riviste (ultimo numero) e “almeno una delle opere più recenti per ogni materia”
Dopo appena trent’anni dalla sua inaugurazione, durante l’alluvione del 4 novembre 1966 tutto il piano terreno della Biblioteca venne devastato, compresa la Sala di lettura. Nel 1967 il direttore Emanuele Casamassima, nella necessità di collocare il materiale alluvionato che tornava in Biblioteca e doveva essere restaurato, trasformò provvisoriamente la Sala di lettura in magazzino trasferendo la Sala di lettura nella Sala dei cataloghi. La struttura costruita provvisoriamente nel 1967 rimase in piedi fino al 1989, anno in cui la Sala venne definitivamente liberata, restaurata e riaperta al pubblico.
Oggi la Sala di lettura generale mette a disposizione degli utenti 96 posti per la consultazione del materiale, monografie e riviste pubblicate dal 1886 ad oggi, distribuite al Banco di distribuzione. Tutti i posti hanno illuminazione autonoma e prese di corrente per i personal computer con cui è possibile, grazie alla rete wifi, collegarsi ad internet, effettuare ricerche e inoltrare richieste di lettura. Lungo le pareti sono disponibili, a disposizione degli utenti, circa 2000 opere di carattere generale, ordinate per materia.

Aggiornato a Dicembre 2011